Mancano meno di 15 giorni per la competizione, il momento più difficile e di gran lunga più stressante della tua intera preparazione. È fondamentale organizzare te e tutta la tua squadra per massimizzare il tuo potenziale per la competizione. “Una volta che sei ben organizzato – spiega André Eiermann, 10 ° posto al WBC 2017 – sarai più preparato a gestire gli imprevisti. Questo ti permetterà di concentrarti completamente sul tuo ruolo di barista. Sarai anche più rilassato e quindi otterrai automaticamente prestazioni migliori. ”

 

Durante gli ultimi giorni prima del WBC è importante rimanere concentrati. È corretto?

Assolutamente. Continua a concentrarti sulla tua performance e il tuo obiettivo. Potresti essere lontano dalla tua zona di comfort. Potresti anche non essere solo un barista, ma anche un responsabile della logistica e del progetto.

 

Quali sono i punti su cui il barista deve concentrarsi?

Per affrontare con successo questo intenso periodo sono stati essenziali per me i seguenti tre punti: in primo luogo devi perfezionare la tua routine includendo tutte le attrezzature, la preparazione e il tempo di pratica. In secondo luogo devi organizzare tutta la logistica, compresi i voli, l’alloggio e il trasporto all’interno di Amsterdam. Terzo, devi prepararti mentalmente alla competizione.

 

Cosa devono fare i baristi in questo momento?

Devono lavorare sul settaggio del tavolo da gara e con la vera attrezzatura da competizione. Perfezionare la loro routine e quindi il flusso di lavoro per terminarlo in 14 minuti e 30 secondi. Assicurarsi di avere un concetto rotondo e che ogni punto della routine sia spiegato con logica. Non lasciare spazio per domande. Prestare attenzione ad ogni piccolo dettaglio, ad esempio a come si piegano i panni per la pulizia. ”

 

Ora è anche il momento di iniziare a lavorare sul “tempo di preparazione”, compreso il layout del carrello del barista.

Una preparazione ben studiata ti renderà più sicuro: dopo 4 minuti tutte le apparecchiature dovrebbero essere posizionate sui tavoli e sulla macchina. Questo ti dà abbastanza tempo per comporre il tuo caffè e per avere una breve pausa prima  della competizione. Ora dovresti anche definire la tua strategia del backstage sia per il “Barista Base Camp” che per il “practise time” ufficiale. Definisci i ruoli ed i compiti di ciascun membro del tuo team. Delega in modo diretto e chiaro, così che  tutti sappiano esattamente cosa e quando fare. Inizia ad organizzare la tua prova finale con un grande pubblico, veri giudici sensoriali e tecnici. Preparati per la vera gara con il vero caffè e i tempi fissi. Mettiti sotto la maggiore pressione possibile.

 

Che dire della logistica?

La logistica potrebbe non essere la materia preferita. Ma è fondamentale per un buon funzionamento ad Amsterdam. Richiedi il tuo visto in tempo. Prenota i tuoi voli in anticipo. Scegli un alloggio vicino al luogo della competizione, che è abbastanza grande per tutte le tue attrezzature e che ti faccia sentire a casa. Prendi in prestito abbastanza valigie e organizza materiali di imballaggio sufficienti per proteggere le tue attrezzature. Confeziona anche abbastanza materiale per la pulizia. Avere abbastanza pezzi di ricambio. Controlla in anticipo dove puoi acquistare oggetti importanti ad Amsterdam, in caso di danneggiamento o smarrimento. Chiarire con la compagnia aerea, che tutti i beni siano ammessi a bordo dell’aereo. Prepara una lista di imballaggio per il trasporto ad Amsterdam, ma anche per il Barista Base Camp, per il tempo di allenamento e per il tempo di gara. Pianifica come arrivare da casa all’aeroporto e poi dall’aeroporto di Amsterdam alla tua base. Pianifica come raggiungere il “Barista Base Camp” e come raggiungere la “sede della competizione”. Fai un piano del giorno dettagliato con tutte le informazioni di contatto importanti, gli indirizzi, le date chiave e i rispettivi orari. Sii sempre in orario: pianifica il tempo. Meglio essere in anticipo che in ritardo.

 

E…. Una volta arrivato ad Amsterdam?

Una volta arrivato ad Amsterdam hai fatto la parte più dura. Anche se continuerà ad essere molto stressante, dovresti iniziare a divertirti da ora in poi. Sei arrivato già così lontano. Sei già un campione. Visualizza il tuo viaggio: dove hai iniziato e dove sei ora. Hai un incredibile processo di apprendimento alle spalle. Ora rimani concentrato e visualizza le tue prestazioni di routine. Inizia a ridurre la formazione ad Amsterdam. Non esagerare. Rallenta. Lavora secondo il tuo piano e soprattutto: lavora insieme al tuo team, goditi il ​​tempo ad Amsterdam e dedicati alla competizione.

 

Chi è André Eiermann?

Il mio viaggio nel caffè è iniziato come Junior Coffee Trader a Volcafe, in Svizzera, nel 1999. Poco dopo essere entrato nel business del caffè mi è stata data l’opportunità di vivere e lavorare per Volcafe in Kenya e in  Tanzania. Passavo la maggior parte del mio tempo tra cupping e dry-mill. Era straordinario assaggiare diverse centinaia di caffè al giorno. Allo stesso tempo visitavo frequentemente le coffee farm.

Anche se mi sono divertito molto in Africa orientale, ho deciso di lasciare l’industria del caffè e di trasferirmi a Londra per continuare i miei studi. Ma subito dopo sono tornato all’industria del caffè. Ho iniziato a lavorare in Kraft Foods in Svizzera e sono stato responsabile di vari mercati europei e di diverse categorie di caffè, dai chicchi al caffè solubile e la categoria ready-to-drink. Durante il mio ultimo anno a Kraft Foods sono stato  responsabile del rilancio di un marchio svizzero che includeva un trasferimento di produzione dall’Austria e dalla Germania all’Italia.

Attualmente lavoro come direttore marketing di UCC Coffee in Svizzera. Negli ultimi cinque anni ci sono stati momenti mozzafiato. In primo luogo ho fondato la UCC Coffee Switzerland Academy ed è diventata AST certificata SCA. In secondo luogo ho lanciato la nostra gamma di caffè speciali. Per gli acquisti verdi, ho ricominciato a viaggiare verso l’origine, e in aggiunta sono diventato un Q-Grader e ho iniziato a giudicare alle competizioni COE. Dopo aver vinto una gara di degustazione della Coppa e un Barista Jam  a Monaco, hi iniziato a competere al campionato barista in Svizzera. A novembre 2017 ho conquistato il 10 ° posto al World Barista Championship a Seoul.